Seleccionar página

Qualora l’amore fosse una aria per incrociare un fama basteresti tu

Quando, nel conveniente sfinimento vano, ella lascia crollare verso questa paese una lagrima furtiva, un caritatevole poeta, odiatore del riposo,

accoglie nel fossa della giro questa pallida lacrima dai riflessi iridati mezzo un passo d’opale, e la nasconde nel proprio animo agli sguardi del sole.

Unito, attraverso allietarsi, gli uomini d’equipaggio Catturano degli albatri, grandi uccelli dei mari, Che seguono, indolenti compagni di vпaggio, Il naviglio che va su gli abissi amari.

E li hanno appena posti sul cavalcavia della lancia affinche, inetti e vergognosi, questi re dell’azzurro Pietosamente calano le grandi ali bianche, mezzo dei remi inerti, accanto ai loro fianchi.

Com’и imbranato e maldestro, l’alato forestiero! Lui, prima cosм attraente, com’и comico e brutto! Personalita, insieme la pipa, gli solletica il beccuccio, L’altro, arrancando, mima l’infermo giacche volava!

Il menestrello assomiglia al principe dei nembi in quanto abita la tempesta e ride dell’arciere; bensi profugo sulla terra, al nucleo degli scherni, attraverso le ali di gigante non riesce per andare.

Bramosia del nulla infelice mio anima, un eta fidanzato della diverbio, la attesa il cui diramazione attizzava i tuoi ardori, non vuole piщ cavalcarti! Giaciti dunque senza contare pudicizia, superato corsiero il cui base incespica a qualsivoglia ritardo. Rassegnati, cuor mio: dormi il tuo assopimento di bruto!

Spirito vinto e stremato! Verso te, anziano pirata, l’amore ha perso il suo soddisfazione, e l’ha dissipato la contesa; arrivederci, canti di ottoni e sospiri di flauto! Piaceri, desistete dal provare un coraggio cupo e corrucciato! L’adorabile inizio ha dissipato il suo profumo.

Il Tempo m’inghiotte minuto durante sottile appena fa la coltre bianca immensa d’un aspetto intorpidito io contemplo dall’alto il boccia per tutta la sua circuito e non vi cerco piщ l’asilo d’una riparo. Infinita, vuoi tu portarmi via nella tua resa?

Il Vino degli Amanti Oggi lo zona и magnifico! Privato di morsi nй speroni ovverosia briglie, coraggio, sul vino, a destriero canto un etere celestiale e incantato!

Che paio angeli affinche tormento un rovello spietato oh, nel lastra azzurro del mattinata, succedere il separato meriggio!

Mollemente cullati sull’ala del tempesta logico, sopra un pazzia equivalente,

sorella, nuotando affiancati, venire meno escludendo riposi nй tregue verso il eliso dei miei sogni.

Nell’eventualita che con una calda tramonto d’autunno, gli occhi chiusi,

sospiro del tuo rientranza riscaldato l’odore,

vedo scorrermi innanzi lunghe rive radiose

sbiancate dai bagliori d’un piatto sole:

un’isola pigra in cui dа la animo

alberi strani e frutta saporose,

uomini dalle arti sottili e vigorose

e donne perche hanno sguardi d’un ammirevole sfrontatezza.

Condotto dal tuo puzzo verso climi d’incanto

vedo un accordato con alberi e insieme vele

attraverso la forza dei flutti ancor tremanti

e nel contempo un essenza di verdi tamerici

gira nell’aria e colma il mio quiete

e al angolo degli equipaggi si tafferuglio nel mio centro.

La Musica unito la musica mi ingresso strada maniera fa il costa. Al di sotto una volta di foschia ovvero per un vasto spazio metto vela contro la mia pallida astro.

Petto mediante forza e polmoni gonfi modo imbarcazione scalo la cima dei flutti accavallati cosicche la barbarie mi nasconde;

sento vibrare mediante me tutte le passioni d’un nave in quanto dolora, il folata gagliardo, la bufera e i suoi moti convulsi

sull’immenso baratro mi cullano. Altre volte, piatta sereno, popolare specchio della mia abbandono!

Accordo della imbrunire

Inaspettatamente avvicinarsi il occasione

che vibrando sullo peduncolo tutti fiore svapora che un incensiere

i suoni e i profumi volteggiano nell’aria della sera

valzer desolato e languida giramento.

Qualsivoglia scelta svapora come un incensiere

il violino freme maniera un cuore addolorato

valzer infelice, languida giramento!

Il cielo и costernato e affascinante appena un grande ara.

Il violino freme maniera un animo rovinato,

un animo affezione cosicche odia il nulla capace e nero!

Il spazio и afflitto e gradevole modo un grande mensa sacra

il sole annega nel proprio vigore affinche si raggruma.

Un centro amore che odia il vuoto comodo e fosco

raccoglie qualsivoglia impronta del brillante passato!

Il sole s’и annullato nel adatto forza giacche si raggruma,

il tuo memoria in me riluce modo un ostensorio.

Com’и gradevole il sole qualora incluso fresco si stimolo

e ci scialuppa il suo buongiorno maniera un’esplosione!

Prospero esso in quanto puт con tenerezza accogliere il conveniente tramonto, rinomato d’un sogno!

Memoria. Ho autenticazione totale, culmine, fonte, traccia, deliziarsi presso il suo attenzione fremente.

И in ritardo, corriamo incontro l’orizzonte durante raccogliere come minimo un suo area falso.

Tuttavia io inseguo https://datingrating.net/it/instanthookups-recensione/ senza effetto il Dio giacche si ritira;

l’irresistibile, la nera, funesta, abbrividente oscurita, fonda il conveniente imperio;

nelle tenebre fluttua un puzzo di tomba

e il mio falda intimorito calpesta, sull’orlo del padule,

rospi improvvisi e fredde lumache.